Lutto nell’Arma dei Carabinieri per la morte di Francesco: aveva un brutto male

Lutto nell’Arma dei Carabinieri per la morte di Francesco: aveva un brutto male

Il brigadiere lottava da anni


NOCERA SUPERIORE – L’Arma dei Carabinieri in lutto per la morte di Francesco De Angelis. Il brigadiere il congedo è deceduto ieri mattina a causa di un brutto male. Da anni, infatti, lottava contro il cancro che aveva contratto in Kosovo.

Era originario di Castel San Giorgio ma risiedeva nel comune di Nocera Superiore. E aveva prestato servizio presso i reparti operativi a Nocera Inferiore e Castellammare di Stabia. La sua storia è anche raccontata in un libro: “Quando tutto cambia – storia di Franco”, scritto insieme alla nipote Francesca. Una biografia che racconta la sua passione e il lavoro nell’Arma, ma anche la sua malattia contratta  durante una delle missioni svolte in Bosnia Erzegovina, Albania e Kosovo.

Il cordoglio

Il messaggio del sindaco Giovanni Maria Cuofano: “La nostra comunità è in lutto per un uomo dello Stato, un uomo coraggioso. Ho avuto modo d’incontrarlo diverse volte ed una di queste fu la presentazione del suo libro nel quale ha raccontato la sua strenua lotta contro la malattia che lo aveva colpito. In questi casi è facile scadere nella retorica o nelle frasi di circostanza, ma nel dolore che unisce in questo momento di cordoglio la nostra comunità, vorrei che ricordassimo Francesco per il combattente qual è stato, per il suo orgoglio, la sua inesauribile voglia di vita, il suo immutato legame con i valori di uomo al servizio dell’Arma dei Carabinieri. Caro Francesco, ti siamo tutti grati per ciò che hai fatto”.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK