Napoli, bimbo di 10 anni in vacanza rischia di soffocare: salvato dai Carabinieri

Napoli, bimbo di 10 anni in vacanza rischia di soffocare: salvato dai Carabinieri

Uno dei due militari ha salvato la vita del piccino riuscendo a far espellere il cibo incastrato in gola


NAPOLI – Sono le 13 ed in via dei Tribunali c’è molta gente. C’è chi passeggia tra i negozi o famiglie intente pranzare.  Una pattuglia della Stazione Carabinieri San Giuseppe – in transito durante uno dei servizi disposti dal comando provinciale di napoli volto a prevenire furti e rapine – ha notato che qualcosa non andava. Un bambino seduto al tavolo nell’area esterna del “Ristopescheria la tana della sirena” in compagnia dei genitori – dei turisti romani – aveva degli evidenti problemi di respirazione.

Il piccolo (10 anni) non riusciva a respirare dopo aver ingerito del cibo. Non ha esitato un solo istante uno dei due Carabinieri che – attuando la manovra di Heimlich – ha salvato la vita del piccino riuscendo a far espellere il cibo incastrato in gola.

Il bimbo si è subito ripreso ed i genitori hanno ringraziato i militari che – per l’ennesima volta – hanno incarnato ciò che rappresenta lo spirito del Carabiniere.