Nuova cura Covid dalla cannabis: “Evita il ricorso alla ventilazione assistita”

Nuova cura Covid dalla cannabis: “Evita il ricorso alla ventilazione assistita”

“Il Cbd puro può aiutare i polmoni a riprendersi dall’infiammazione eccessiva o dalla tempesta citochinica causata da Covid-19”


DAL MONDO – I primi risultati arrivano da uno studio condotto al Medical College of Georgia, appena pubblicato sulla rivista scientifica Cannabis and Cannabinoid Research: secondo le prime evidenze il cannabicromene o Cbd, uno dei cannabinoidi più comuni nelle pianta in questione, potrebbe aiutare chi contrae il Covid-19 in modo grave, evitando addirittura di evitare il ricorso alla ventilazione assistita.

Il Cbd, infatti, riduce la tempesta citochinica innescata dal sistema immunitario, potrebbe così evitare i danni più gravi al tessuto polmonare; le complicanze da infiammazione dei polmoni si sono rivelate, si sa, una delle cause maggiori di decesso da Covid negli ultimi mesi.

“I nostri studi di laboratorio – ha dichiarato Jack Yu, coautore dello studio insieme all’immunologo Babak Baban – indicano che il Cbd puro può aiutare i polmoni a riprendersi dall’infiammazione eccessiva o dalla tempesta citochinica causata da Covid-19, e ripristinare i livelli di ossigeno più sani”.