Qualiano, le decisioni del consiglio di oggi: una piazza per Pasquale Apicella e cittadinanza onoraria per il generale Cortellessa

Qualiano, le decisioni del consiglio di oggi: una piazza per Pasquale Apicella e cittadinanza onoraria per il generale Cortellessa

Le due importanti delibere nella seduta consiliare votate all’unanimità dai presenti


Qualiano ricorda Pasquale Apicella, agente di Polizia morto in servizio dopo il tragico schianto tra la sua vettura e quella di tre ladri che cercavano di sfuggire alla giustizia. Con una delibera consiliare votata all’unanimità, oggi, l’amministrazione De Leonardis, su proposta del presidente del consiglio Salvatore Onofaro, ha deciso di dedicare una piazza all’agente di Polizia morto nello scorso mese di aprile.

Nell’aula consiliare era presente anche il dirigente del commissariato di Secondigliano Raffaele Esposito che ha portato i saluti della moglie di Pasquale Apicella e del questore di Napoli, Alessandro Giuliano.

Nel mese di settembre si terrà la cerimonia di intitolazione della piazza, individuata nei pressi di via Giovanni Falcone. Una scelta non casuale vista la devozione di Apicella per il magistrato Falcone, che lo aveva portato a tatuarsi una delle sue frasi più celebri: “Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola”

Sempre nella seduta del consiglio di oggi, con una delibera ad hoc, il colonnello Luigi Cortellessa, comandante generale dei Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, già comandante dei Carabinieri della Compagnia di Giugliano negli anni Novanta, è diventato ufficialmente “cittadino onorario” di Qualiano.

Il consiglio comunale di Qualiano ha votato, anche in questo caso all’unanimità, la proposta del sindaco di Qualiano, Raffaele De Leonardis. La formale cerimonia di investitura si terrà a settembre nell’aula consiliare della cittadina a Nord di Napoli.