Sospiro di sollievo nel salernitano, tutti negativi i 101 tamponi per chi è stato a La Sonrisa

Sospiro di sollievo nel salernitano, tutti negativi i 101 tamponi per chi è stato a La Sonrisa

Il sindaco ordina l’uso delle mascherine anche all’aperto e vieta la musica nei locali


CASTEL SAN GIORGIO – Sono risultati tutti negativi i 101 tamponi effettuati ad altrettante persone a Castel San Giorgio, nel Salernitano. Si tratta di gruppi che provenivano da vacanze all’estero, avevano preso parte a un evento presso la sala ricevimenti “La Sonrisa” di Sant’Antonio Abate o avevano partecipato al matrimonio e al battesimo a cui aveva preso parte il fotografo risultato contagiato.

Il sindaco Paola Lanzara ha dichiarato: “Finalmente tiriamo un sospiro di sollievo. La macchina amministrativa e sanitaria ha funzionato. Ora andiamo avanti con serenità ma senza abbassare la guardia. Il Covid non è sconfitto”. Intanto, le mascherine dovranno essere indossate anche all’aperto su tutto il territorio comunale di Castel San Giorgio. Il sindaco ha preferito intensificare l’attuale ordinanza vigente, firmata dal ministro della Salute.

Prevista, inoltre, dal provvedimento l’interdizione per i bar, per i pub, per le pizzerie, per i ristoranti e per gli esercizi commerciali dello svolgimento di attività musicali, anche dal vivo. Gli esercizi commerciali non potranno mettere musica né all’interno né all’esterno dei locali. Nell’ordinanza, il sindaco ha sottolineato l’obbligo di portare sempre con sé la mascherina. L’appello del sindaco Lanzara ai cittadini di rispettare scrupolosamente le normative e di non abbassare la guardia in questo momento particolare.

“Si ribadisce la necessità – si legge nel provvedimento – in questa fase in cui i contagi sono nuovamente in aumento, di attenersi rigidamente alle disposizioni di prevenzione sanitaria varata dal Governo centrale, alle ordinanze emesse dalla Regione Campania e dal Comune di Castel San Giorgio. Ai cittadini si raccomanda di evitare assembramenti, mantenere il distanziamento sociale, utilizzare la mascherina e lavarsi spesso le mani”.