Topi d’appartamento scoperti dai vicini che chiamano i carabinieri: un arresto, caccia ai complici

Topi d’appartamento scoperti dai vicini che chiamano i carabinieri: un arresto, caccia ai complici

La banda aveva appena colpito in un’abitazione e stava irrompendo in un’altra quando è scattato l’allarme


CASAVATORE – I carabinieri della stazione di Casavatore – insieme ai colleghi della tenenza di Arzano – sono stati allertati dalla centrale operativa. Un cittadino aveva notato movimenti sospetti e si è immediatamente rivolto al 112. I carabinieri non erano lontani e hanno rapidamente individuato e raggiunto lo stabile dal quale proveniva il frastuono. Proprio in quel momento 3 giovani sono usciti correndo dall’androne del palazzo. Uno dei 3 – Marco Kevin Pedata, 23enne del posto già noto alle forze dell’ordine – è stato immediatamente bloccato. i 2 complici sono riusciti a scappare ma i carabinieri sono già sulle loro tracce.

Secondo quanto ricostruito dai militari, i 3 avevano “visitato” un appartamento al primo piano portando via un orologio e  tre vassoi in argento. Avevano poi forzato la porta di un’altra abitazione e danneggiato le fotocellule dell’impianto di allarme. Non riuscendo a zittire la sirena antifurto i 3 hanno lasciato l’abitazione portando via nulla. Pedata è stato tradotto al carcere di Poggioreale e dovrà rispondere di furto in abitazione. E’ caccia ai complici.