Tragedia in campagna: Nicola muore a 25 anni schiacciato dal suo trattore

Tragedia in campagna: Nicola muore a 25 anni schiacciato dal suo trattore

Il mezzo, per cause in corso di accertamento, si è ribaltato schiacciandolo


BENEVENTO – Tragedia in provincia di Benevento: è morto un 25enne di Torrecuso. Ieri mattina Nicola Iannella ha perso la vita a causa di un incidente agricolo avvenuto nel terreno di proprietà della sua famiglia, in località Pazzano. Il giovane agricoltore stava effettuando un trattamento al suo vigneto quando il trattore, che stava guidando, per cause in corso di accertamento si è ribaltato schiacciandolo. Purtroppo quando sono arrivati i soccorsi, intorno alle 10, il cuore del ragazzo aveva già cessato di battere, probabilmente era senza vita da più di un’ora e, una volta accorsi sul posto, i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che accertarne il decesso.

Sul luogo dell’incidente, dopo pochi minuti, sono intervenuti anche i carabinieri delle vicine stazioni di Paupisi e Vitulano che hanno ricostruito la dinamica del drammatico incidente. La salma è stata poi trasferita presso l’obitorio dell’ospedale «San Pio» di Benevento dove è stata sottoposta alla visita esterna da parte del medico legale Umberto De Gennaro che ha operato su disposizione del sostituto procuratore Patrizia Filomena Rosa. Nel tardo pomeriggio il pm ha deciso di consegnare la salma ai familiari del giovane.

La comunità del piccolo centro sannita, sconvolta, oggi darà l’ultimo saluto a Nicola: il rito funebre è in programma oggi alle 16. In paese sono tutti affranti dal dolore per la morte di Nicola, definito «un ragazzo d’oro, lavoratore e sempre disponibile». Il 25enne, tra l’altro, ha sempre partecipato con entusiasmo a tutte le attività del Forum dei Giovani del piccolo centro sannita, di cui era un membro attivo: la sua scomparsa lascia tra i suoi coetanei un grande vuoto. Torrecuso piange un «bravissimo ragazzo» e a ricordarlo con commozione è il primo cittadino Angelino Iannella che ha proclamato il lutto cittadino per oggi.

«Era un bravissimo ragazzo dice il sindaco – sempre gioviale e sorridente. Non l’ho mai visto nervoso, arrabbiato e davvero non ci sono parole per quanto è successo. Amava il nostro paese, a Nicola piaceva molto lavorare in campagna e questa è una cosa rara per uno così giovane. Era sempre molto attento alla famiglia ed è indescrivibile la tristezza che oggi prova la nostra comunità». Iannella esprime vicinanza, da parte dell’intera amministrazione, alla famiglia del ragazzo che è ben voluta da tutti. Intanto ieri sera era in programma il consiglio comunale ma una volta riunita la seduta l’opposizione ne ha chiesto il rinvio, richiesta accolta all’unanimità da tutti i membri del consiglio. Probabile il rinvio al 17 agosto. A ricordare Nicola anche il consigliere regionale Erasmo Mortaruolo: «La tragedia ha scosso tutti noi, ci ha lasciato un ragazzo perbene. Ci stringiamo al dolore dei suoi cari e ricorderemo sempre Nicola come un ragazzo sempre con il sorriso».

FONTE: ILMATTINO.IT