Trovato morto con una ferita alla testa: giallo sulla fine del 28enne Gianmarco

Trovato morto con una ferita alla testa: giallo sulla fine del 28enne Gianmarco

L’ex campione italiano di kick boxing, da qualche anno faceva l’allenatore e arrotondava nei locali, lavorava come addetto alla sicurezza nei locali


PONZA – Il ragazzo trovato morto ieri a Ponza si chiamava Gianmarco Pozzi, 28enne campione di kick boxing, rinvenuto con una profonda ferita alla testa nel giardino di una villetta nei pressi della spiaggia di Santa Maria. È giallo sulla sua fine: secondo le autorità potrebbe essere stato vittima di un incidente mentre si allenava o stava facendo parkour. Un’altra ipotesi tiene in considerazione la possibilità che stesse attraversando alcuni terrazzamenti per raggiungere più velocemente la spiaggia. Una sorta di scorciatoria che lo avrebbe portato a scavalcare la balaustra. Fatale, la caduta dal terrazzo.

Il 28enne viveva a Frascati e aveva affittato un monolocale per l’estate non distante dal luogo della tragedia. Ex campione italiano di kick boxing, da qualche anno faceva l’allenatore e arrotondava nei locali. Lavorava, infatti, come addetto alla sicurezza in una discoteca dell’isola pontina, la “Blue Moon”. Il giovane sarebbe precipitato dopo aver scavalcato la balaustra del terrazzamento e avrebbe fatto un volo di oltre quattro metri ieri mattina, poco dopo le 11.

Sarà comunque l’autopsia a stabilire con esattezza le cause della morte del ragazzo. A segnalare la presenza del corpo – in pantaloncini e costume da bagno – è stato un vicino di casa. Il ragazzo non aveva con sé documenti e le forze dell’ordine sarebbero riuscite a risalire alla sua identità attraverso un tatuaggio. La procura di Cassino ha aperto un fascicolo sulla vicenda. Tantissimi i messaggi di cordoglio da parte degli amici sui social.

FONTE: ILMATTINO.IT