Bimbo suicida a Napoli, il messaggio alla madre prima di morire: “Devo seguire l’uomo nero”

Bimbo suicida a Napoli, il messaggio alla madre prima di morire: “Devo seguire l’uomo nero”

In corso le indagini della Polizia per capire se la persona di cui parla la piccola vittima sia reale o un’entità virtuale


NAPOLI – Bimbo suicida a Napoli, il messaggio alla madre prima di morire: “Devo seguire l’uomo nero”.

Il tragico episodio risale a due notti fa ed è accaduto a Chiaia, a Napoli, ma solo nella giornata odierna è stato comunicato agli organi di stampa.

Un bambino di 11 anni, poco dopo la mezzanotte,  si è tolto la vita gettandosi dal decimo piano della palazzina in cui viveva con i genitori.. A fare la terribile scoperta, proprio i genitori del piccolo che al loro risveglio hanno rinvenuto il corpo del figlio in un ballatoio interno dell’edificio.

Stando alle ultime notizie diffuse, il bambino, prima di compiere il gesto estremo, avrebbe inviato un messaggio sul cellulare della madre in cui manifestava una sensazione di paura vissuta negli ultimi instanti di vita. Inoltre, nel messaggio lasciato, oltre a chiedere scusa ai genitori, l’11enne allude ad un “uomo nero” che l’avrebbe costretto a compiere il gesto che l’ha portato alla morte.

Le dichiarazioni della vittima ha spinto gli investigatori ad indagare per istigazione al suicidio. Infatti, gli agenti sono a lavoro per cercare di comprendere la natura dell’uomo che avrebbe manipolato e terrorizzato l’11enne, che da quanto emerso dalle testimonianze conduceva una vita apparentemente tranquilla.

Al momento non è chiaro se l’istigatore al suicidio sia una persona reale, appartenente alla cerchia dei conoscenti della famiglia,  o una entità virtuale che adesca ragazzini attraverso Internet. Non è da escludere che il suicidio della piccola vittima sia legato a meccanismi perversi di una challange nata proprio sui social come la “Blue Whale”.

Sono tantissime, infatti, le segnalazioni alla Polizia Postale di Challenge su Internet che portano i giovani a compiere gesti spericolati, atti di autolesionismo che molto spesso conducono a conseguenze molto gravi come la morte stessa. Si attendono eventuali aggiornamenti.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK