Camorra in ospedale: 7 anni di carcere per la sorella del boss Zagaria

Camorra in ospedale: 7 anni di carcere per la sorella del boss Zagaria

In una lussuosa villa di Boville Ernica riceveva affiliati al clan e continuava a impartire ordini per conto della fazione che fa capo al fratello


ROMA – E’ terminato in Corte di Cassazione il processo riguardante le infiltrazioni camorristiche del clan Zagaria all’interno dell’ospedale di Caserta. Quasi tutte le condanne sono state confermate mentre per due imputati è stato disposto l’annullamento con rinvio in relazione all’accusa di associazione camorristica. La sentenza ha reso definitiva anche la condanna per Elvira Zagaria, sorella del superboss Michele “Capastorta” e per un periodo anche alla guida della fazione del cartello guidata dal fratello: dovrà scontare 7 anni per associazione camorristica, ma la Suprema Corte ha annullato la confisca dei beni.

Di recente, secondo quanto riporta Fanpage la donna della camorra, Elvira Zagaria, era stata nuovamente arrestata: ai domiciliari in una lussuosa villa di Boville Ernica, borgo del Frusinate tra i più belli d’Italia, riceveva affiliati al clan e continuava a impartire ordini per conto della fazione che fa capo al fratello; era stata trasferita nel carcere romano di Rebibbia.