Campania, col maltempo città devastate. Lo sfogo del sindaco: “Si intervenga o darò le dimissioni”

Campania, col maltempo città devastate. Lo sfogo del sindaco: “Si intervenga o darò le dimissioni”

“Noi primi cittadini bersaglio del popolo, ma la colpa è della scarsa manutenzione regionale”


SARNO – Come era prevedibile da tempo, con le prime piogge abbondanti autunnali, Sarno ha subito grossi danni. Per fortuna nessun cittadino è rimasto ferito dagli smottamenti che hanno portato a valle fango e detriti, smottamenti favoriti anche dai vasti incendi di origine dolosa delle ultime settimane. Tuttavia, alla Radiazza di Gianni Simioli, il sindaco Giuseppe Canfora, arrabbiato e preoccupato per la situazione, non si è risparmiato dall’attaccare duramente il mancato intervento di manutenzione regionale, arrivando a preannunciare addirittura le dimissioni in caso di mancanza di risposte da parte di De Luca.

“Ciò che avevamo profetizzato dieci giorni fa è accaduto – ha esordito il sindaco alla trasmissione con tono evidentemente polemico – Da 15 anni la Regione non tiene un’adeguata manutenzione dei canali, e questo fa sì che scoppino incendi dolosi e non dolosi nei valloni, dove già c’è un ristagno di materiali da quelli che ormai sono decenni. Il ristagno viene poi a valle con la pioggia, creando disagi evidenti alla popolazione”.

“Fortunatamente non lamentiamo danni alle persone e siamo stati fortunati, ma la mia rabbia sta nel fatto che con dei fondi stanziati dalla Protezione civile si è comunque fermi nei lavori da circa otto mesi. Otto milioni di euro stanziati per la manutenzione ordinaria e nessuno se ne occupa. Si tratta di pulire e portare in discarica materiali che potrebbero essere riutilizzati tranquillamente. La burocrazia ferma i fondi stanziati e questo non è più tollerabile, noi sindaci siamo bersaglio del popolo ma la colpa non è nostra”, ha poi concluso il primo cittadino.