Cardarelli, preoccupa il caso del primario risultato due volte positivo

Cardarelli, preoccupa il caso del primario risultato due volte positivo

Salgono i dubbi sull’efficacia della somministrazione di un futuro vaccino


NAPOLI – È nuovamente positivo al Covid-19 uno dei primari del Cardarelli, che si era ammalato in forma non lieve durante le prime settimane della pandemia: dopo circa 50 giorni di ricovero al Cotugno era poi risultato negativo ed aveva ripreso a vivere normalmente, tornando anche a svolgere le sue mansioni di medico . Ed è proprio durante uno dei soliti tamponi di routine cui vengono sottoposti di continuo i sanitari che ha scoperto di essere tornato nuovamente positivo.

Secondo le testimonianze, oltre a lui anche un prossimo congiunto del medico in questione, anch’egli ammalatosi lo scorso marzo e poi tornato positivo. L’accaduto spinge ad effettuare una riflessione sull’attuale stato d’immunità del virus, che sembra non essere in grado, in base a queste testimonianze, di essere contrastato dal solo sviluppo degli anticorpi formatisi in seguito al primo riscontro della malattia. In base alle esperienze di coloro che sono tornati a contrarre la malattia una seconda volta, sarà davvero efficace la somministrazione di un futuro vaccino?