Elezioni, Caterina Sestile scende in campo per Giugliano con Antonio Poziello

Elezioni, Caterina Sestile scende in campo per Giugliano con Antonio Poziello

“La mia candidatura nasce da un’eredità di progetto, dall’amore di mio fratello Salvatore che aveva per questa città”


GIUGLIANO – Caterina Sestile scende in campo per Giugliano. Mai affermazione fu più appropriata per la donna, sorella del compianto Salvatore, indimenticato ed indimenticabile presidente del Giugliano calcio.

Quarantotto anni, con un figlio Giorgio di dieci, Caterina è laureata in economia e commercio, è candidata nella lista civica “Poziello Sindaco” e corre al fianco di Luigi Sequino già presidente del consiglio.

“La mia candidatura a consigliere comunale nasce da un’eredità di progetto, dall’amore di mio fratello Salvatore che aveva per questa città”, dichiara Caterina ai nostri microfoni. “Per questo che ho deciso di mettermi in gioco, affrontando con timore razionale molti candidati che hanno più visibilità e più appoggio nella città”

Caterina ha vissuto 5 anni lontano al nord Italia dove ha potuto conoscere realtà diverse che ha intenzione di metterle al servizio di Giugliano. “Ho sentito che non potevo lasciare la mia città senza poter fare nulla per migliorarla. Sono ritornata ed ho cominciato ad affiancare la mia famiglia, i miei fratelli nei loro progetti, stanchi anche loro di questa città che lentamente moriva. Poi nel 2015, quando Antonio Poziello è diventato sindaco – grazie ai risultati che ha ottenuto – ho capito che era possibile migliorare Giugliano. E questo è stato un ulteriore input per la mia candidatura al suo fianco”.

La Sestile a proposito dei progetti per la città dichiara: “Ci sono già tantissimi progetti che l’amministrazione Poziello ha realizzato e tanti che saranno realizzati non appena saremo al governo della città”.

“Un mio grande desiderio è quello di poter ridare fiducia ai giovani, donare incondizionatamente le mie capacità, il mio tempo, le mie idee e le mie passioni – continua Caterina –  molti non vanno nemmeno a votare perché non si rivedono nei propri futuri governanti”.

“I ragazzi non credono più nella meritocrazia e hanno perso la speranza di poter restare nel posto dove sono nati. Bisogna fargli capire, invece, che esiste anche la buona politica: la politica del voler fare e dell’agire in silenzio per i propri cittadini con spirito di servizio, e questo sarà il mio modo di fare in consiglio comunale”.

Infine, Caterina Sestile rivolge un appello agli elettori: “Desidero con la mia candidatura offrire un piccolo spiraglio di fiducia, la politica è fatta anche da gente onesta, buona, passionale, come me. Abbiate fiducia nei miei propositi. Un buon politico dovrebbe essere scelto non tenendo conto delle conoscenze che ha, ma per i suoi valori. Sono sicura che la gente sceglierà con intelligenza e con coscienza. Quello di rappresentarvi in consiglio è un mio profondo desiderio, lo farò con la massima umiltà e disponibilità. Il 20 e 21 settembre non fatemi mancare il vostro sostegno”.