Frattamaggiore, immissioni “moleste” e abusi edilizi: nei guai gestore di una pizzeria

Frattamaggiore, immissioni “moleste” e abusi edilizi: nei guai gestore di una pizzeria

Altri tre locali sono stati controllati e sanzionati per occupazione non autorizzata di suolo pubblico


FRATTAMAGGIORE – Fumi ed esalazioni fuori controllo a Frattamaggiore, dove il gestore di una nota pizzeria, ha ricevuto la visita degli agenti della polizia locale. Non era facile “beccarlo” in  flagrante, vista anche la mancata disponibilità dell’Arpac per le misurazioni. Gli agenti però, agli ordini del comandante Biagio Chiariello, si sono recati sul posto ed hanno atteso l’accensione del forno che ha iniziato a sprigionare fumi  molesti a causa della cattiva manutenzione della canna fumaria. È scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord di  un frattese per immissioni moleste e abusi edilizi considerato che i controlli sono stati estesi anche ad una  tettoia del locale che è risultata essere abusiva.  Altri tre locali sono stati controllati e sanzionati per occupazione abusiva di suolo pubblico. Per questi sono scattate multe per circa tremila euro per tasse non pagate e codice della strada, attività monitorate da tempo per la problematica “movida”.

L’obiettivo degli agenti  è quello di perseguire le condotte che, in campo commerciale e sanitario, possono rivelarsi dannose per la salute umana e proseguiranno senza sosta.