Giugliano, protestano i dipendenti di un’azienda: “Senza stipendio da luglio”

Giugliano, protestano i dipendenti di un’azienda: “Senza stipendio da luglio”

“Sono anni che ci pagano in ritardo”, denunciano i lavoratori. La replica del direttore: “A mio avviso bisognerebbe lavorare per il bene di tutta l’azienda e non per tornaconti personali”


GIUGLIANO IN CAMPANIA – Lavoratori in agitazione nella zona ASI di Giugliano. Si tratta dei dipendenti dell’azienda di progettazione e costruzioni elettromeccaniche “Carafa”, senza stipendio, a loro dire, dal mese di luglio. “Siamo stati mandati in ferie senza soldi- denunciano Massimiliano Esposito, Rsa (Rappresentanza Sindacale) Fim Cisl, ed Andrea Tornincasa, segretario Fim Cisl – non avendo ricevuto lo stipendio di luglio. In generale – hanno aggiunto – sono due anni che veniamo sempre pagati in ritardo”.

Ieri ed oggi, i lavoratori dello stabilimento hanno protestato, usufruendo delle ore di assemblea retribuita, dalle 10 alle 12 all’esterno dell’azienda, e per i prossimi sei giorni continueranno la protesta per un’ora al giorno.

Luca Carafa, direttore dell’azienda, ha commentato duramente l’accaduto: “Qualche giorno di ritardo sui pagamenti non costituisce un motivo valido per una protesta del genere, soprattutto in un momento come questo in cui, a causa del coronavirus, ci sono difficoltà per tutti. Anzi, abbiamo erogato casse integrazioni ed altri pagamenti in anticipo. A mio avviso bisognerebbe lavorare per il bene di tutta l’azienda e non per tornaconti personali”.