La trave schiaccia il camion in manovra: Michele muore a 35 anni

La trave schiaccia il camion in manovra: Michele muore a 35 anni

Un’inchiesta dovrà appurare i motivi del crollo. Il giovane è deceduto dopo una breve agonia


VILLACIDRO – Ennesima tragedia sul lavoro. Michele Murgia è morto a 35 anni a Villacidro (Sud Sardegna). Il drammatico incidente è avvenuto nella zona industriale del paese mercoledì sera. Era dentro all’abitacolo del camion in manovra, quando una pesante trave in cemento armato è precipitata sul mezzo all’improvviso. Un impatto devastante quello nel capannone di un’azienda che si occupa di commercio all’ingrosso di prodotti alimentari.

In pochi minuti sul posto sono accorsi i Vigili del fuoco di Sanluri e i soccorritori del 118 che hanno lavorato per ore con una gru per liberare Michele Murgia dall’abitacolo. Il 35enne in un primo momento rispondeva ai soccorritori, tuttavia le ferite erano troppo gravi ed è morto. Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Villacidro.

Villacidro, Michele Murgia è morto schiacciato

Un’inchiesta dovrà appurare perché quella trave è caduta spezzando la vita di Murgia.  In base a una prima ricostruzione, il container caricato sul mezzo avrebbe urtato la parete superiore della traversa in cemento che sovrasta l’ingresso del capannone. A quel punto l’urto avrebbe fatto crollare la parete che si è abbattuta sulla cabina.

La disperazione è tutta nelle parole del titolare, Carlo Pittau, che a Casteddu Online dice: “Una disgrazia, mi dispiace tantissimo. Era mio dipendente da sette anni, Michele era un ragazzo bravissimo e laborioso. Stavamo per andare via”, dice, con la voce rotta dal pianto.

FONTE: TODAY.IT