Napoli, maxi-sequestro in ingrosso cinese: tra i materiali dannosi 4.000 mascherine

Napoli, maxi-sequestro in ingrosso cinese: tra i materiali dannosi 4.000 mascherine

Il resto della mercanzia sotto accusa comprende costumi di Halloween, bicchieri, posate e piatti in plastica


NAPOLI – A distanza di oltre un mese e mezzo dalla celebre festa di Halloween, un ingrosso in Via Carlo di Tocco, gestito da un 36enne di origini cinesi, è stato ispezionato dai carabinieri della stazione forestale di Napoli. Oltre 3600 gli articoli per feste sequestrati perché potenzialmente dannosi per la salute: piatti in carta, bicchieri, posate in plastica e cartone.

Sequestrati anche 1000 costumi di Halloween per bambini e 1500 giocattoli a forma di zucca di Halloween perché sprovvisti delle indicazioni di pericolosità e della certificazione CE. In vendita all’ingrosso anche 4000 mascherine FFP2 senza alcuna certificazione di qualità e conformità e conservate in un magazzino in pessimo stato igienico.  Stoccati in magazzino come rifiuti oltre 6000 imballaggi di cartone, il cui registro di carico e scarico è risultato assente. L’imprenditore 36enne è stato denunciato per frode in commercio e sanzionato per oltre 4500 euro.