Napoli vs Genoa: porte aperte a 1000 tifosi

Napoli vs Genoa: porte aperte a 1000 tifosi

C’è l’obbligo di utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie, anche all’aperto


NAPOLI – Ci saranno 1000 tifosi al San Paolo per sostenere gli azzurri nella seconda giornata del campionato di Serie A che vede il Napoli impegnato domenica alle 15:00 contro il Genoa. Lo stabilisce un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

L’ORDINANZA

E’ consentita la partecipazione del pubblico alle partite di calcio professionistico di serie A in programma sul territorio campano nei giorni 27 settembre 2020 e 30 settembre 2020 entro il limite massimo di n. 1000 spettatori, a condizione del pieno rispetto – da parte delle società, dei gestori e degli utenti- delle seguenti disposizioni, dettate dall’art.1, comma 6, lett. e) del DPCM 7 agosto:
– la presenza di pubblico è consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, per l’intera durata dell’evento, nel rispetto del distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro, ad eccezione delle persone che, in base alla disciplina vigente, non sono soggette a distanziamento interpersonale. Dette persone potranno sedere accanto, salvo l’obbligo di mantenere il distanziamento di almeno un metro dagli altri spettatori;
– obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e divieto di ingresso ove la temperatura sia superiore a 37,5 C°;
– obbligo di utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie, anche all’aperto;
nonché delle seguenti ulteriori prescrizioni:
– obbligo di assicurare la presenza di dispenser di gel e/o soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso alla previa igienizzazione delle mani;
– divieto di assistere all’evento da postazioni in piedi;
– vendita di biglietti esclusivamente on-line e/o in prevendita per evitare code e assembramenti alle biglietterie che dovranno essere chiuse al momento dell’evento;

registrazione, nel rispetto della normativa sulla privacy, dei dati relativi agli acquirenti e conservazione per almeno 14 gg. degli elenchi nominativi di coloro che hanno acquistato i biglietti, rendendoli pagina disponibili, su richiesta, alle strutture sanitarie in caso di necessità di svolgere attività di contact-tracing;
– pianificazione di un numero congruo di varchi per l’accesso del pubblico così da evitare assembramenti nel momento del controllo temperatura e biglietti;
– divieto di introdurre all’interno del palazzetto striscioni, bandiere o altro materiale;
– divieto di contatto fra giocatori e spettatori alla fine della partita;
– scaglionamento a gruppi degli spettatori nella fase di deflusso al termine della manifestazione tramite un programma definito, diffuso dallo speaker e coordinato dal personale di vigilanza accuratamente formato;
– presenza di un servizio di steward con il compito di assistere il pubblico e controllare il rispetto delle misure comportamentali;
– non è consentita l’attività di bar, bouvette, distributori automatici