Nas in azione a Napoli e provincia. Alimenti senza tracciabilità: sequestri e chiusure

Nas in azione a Napoli e provincia. Alimenti senza tracciabilità: sequestri e chiusure

Chiusa una fabbrica di mascherine facciali


Napoli, via Mergellina, presso una pescheria ivi ubicata, i militari del NAS, a conclusione di un’attività ispettiva hanno sequestrato più di 20 kg di prodotti ittici che erano esposti per la vendita e detenuti in condizioni non idonee per la commercializzazione;

Napoli, via S. Lucia presso un ristorante ivi ubicato i Carabinieri del NAS, dopo un’attenta verifica ispettiva hanno sequestrato kg. 15 circa di prodotti da forno, ittici e dolciari, che si presentavano privi di indicazioni utili alla rintracciabilità alimentare.

Pozzuoli, via Monteruscello, nell’ambito di un mirato servizio teso ad infrenare l’abusivismo commerciale, i Militari del NAS e i tecnici dell’ASL NA 2 Nord hanno proceduto alla chiusura dell’intera attività di vendita ortofrutticola, ivi individuata, in quanto riscontrata gravemente carente sotto il profilo igienico- sanitario-strutturale ed attivato/condotta abusivamente senza alcun titolo autorizzativo.

Caivano, al corso Umberto dopo aver condotto una ispezione in una locale macelleria, i Carabinieri del NAS hanno chiuso amministrativamente un deposito per alimenti, poiche’ riscontrato carente sotto i profili igienico sanitario, strutturali ed inoltre perchè attivato abusivamente senza alcun titolo autorizzativo.

Sant’Anastasia, via Somma, il NAS hanno eseguito un’ispezione in una rivendita di generi alimentari e paninoteca a conclusione della quale hanno proceduto a sequestrare amministrativamente 140 kg. di alimenti tra cui vino imbottigliato, risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare.

San Sebastiano al Vesuvio lungo la via Panoramica, il NAS ha eseguito un’ispezione in un’azienda agrituristica a conclusione della quale ha sequestrato amministrativamente circa 300 kg. di conserve di pomodoro in barattoli di vetro da 1 kg. risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare.

Il Comune di San Giuseppe Vesuviano, Ufficio attivita’ produttive e SUAP, si proposta del NAS di
Napoli e della locale Stazione Carabinieri, che aveva eseguito una pregressa ispezione, ha disposto
l’immediata cessazione dell’attivita’ di produzione prodotti di abbigliamento, nonché di
mascherine facciali, condotta da una locale ditta, poiché nel corso del controllo era emerso:
–           la mancanza del locale spogliatoio per il personale;
–           l’utilizzazione di un ampio deposito di prodotti di abbigliamento non inserito
nell’attestato di agibilita’ e fruibilita’ dei locali e rilasciato dal comune interessato.

A conclusione di un’attività ispettiva condotta in una struttura turistica di Sorrento, i Carabinieri del
NAS hanno:
1.     disposto la chiusura amministrativa della piscina ad uso natatorio per la durata da 5 a 30
giorni, per non aver assicurato i valori microbiologici imposti dalla normativa in titolo;
2.     proceduto alla prevista contestazione amministrativa per la mancata ottemperanza delle
misure anti-contagio da covid 19;
3.     diffidato la parte per la mancata compilazione delle schede di rilevazione dei rischi in
materia di sicurezza alimentare.

Marigliano, al corso Umberto i Carabinieri del NAS hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso una rivendita di prodotti ortofrutticoli a conclusione della quale hanno proceduto a sequestrare amministrativamente 80 litri di vino bianco e rosso esposti in vendita e   risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare.

COMUNICATO STAMPA