Sequestrato opificio abusivo nel napoletano: nei guai il proprietario

Sequestrato opificio abusivo nel napoletano: nei guai il proprietario

Al suo interno 34 sacchi neri di nylon contenenti scarti di lavorazione tessile, stoccati in violazione delle normative ambientali


 TERZIGNO – I carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale del gruppo carabinieri forestali di Napoli hanno sequestrato a Terzigno, in provincia di Napoli, un opificio completamente abusivo, al cui interno erano prodotti capi d’abbigliamento. Denunciato anche per gestione illecita di rifiuti il titolare della fabbrica, un 32enne di origini cinesi.

Secondo quanto accertato dai militari un locale di circa 30 mq era stato adibito a deposito di rifiuti: al suo  interno 34 sacchi neri di nylon contenenti scarti di lavorazione tessile, stoccati in violazione delle normative ambientali. Sequestrati lo stabile, le attrezzature per confezionare gli abiti e 75 capi già pronti per essere immessi sul mercato.