Travolge donna con la figlia e scappa. “Pensavo fosse un animale”

Travolge donna con la figlia e scappa. “Pensavo fosse un animale”

La vittima ha riportato gravi lesioni


CASERTA – La polizia stradale dell’Aquila ha identificato e denunciato il conducente ed il passeggero di un furgone, un 50enne di Cicciano e un 48enne residente in provincia di Caserta, responsabili di una fuga con omissione di soccorso e susseguente occultamento delle prove in merito all’investimento di una casalinga di 54 anni di Cansatessa. Il fatto risale allo scorso 3 agosto.

La donna, che camminava insieme alla figlia sul ciglio della SS 80 nei pressi della sua abitazione, era stata investita dal furgone riportando lesioni gravi con una prognosi superiore ai 40 giorni; nell’impatto il furgone aveva perduto lo specchietto retrovisore destro.

Grazie all’esame di quest’ultimo ed alla collaborazione fornita dalla Polstrada di Caserta, veniva identificato il rivenditore del furgone e i due occupanti che, pur confermando l’impatto, riferivano di essere convinti di aver investito un animale. Il conducente aveva provveduto, subito dopo l’incidente, a sostituire entrambi gli specchietti esterni di altro colore ed il faro anteriore destro.