Aversa, vuole la pizza e pesta la madre: mani al collo e testa contro al muro

Aversa, vuole la pizza e pesta la madre: mani al collo e testa contro al muro

L’adolescente non voleva ciò che aveva cucinato la madre


AVERSA – Non voleva ciò che aveva appena cucinato la madre ma voleva obbligatoriamente ordinare una pizza. Al rifiuto della donna, l’adolescente che già aveva aggredito la donna in passato, le ha messo le mani al collo l’ha scaraventata più volte contro il muro. Protagonista di questa assurda vicenda, un adolescente di 16 anni che è finito al centro di prima accoglienza, dopo essere stato arrestato dalla polizia di Stato.

I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di domenica scorsa, quando i poliziotti del commissariato di Aversa diretti da Vincenzo Gallozzi sono intervenuti per un’aggressione in famiglia, accertando che un minore di 16 anni aveva offeso e minacciato la madre tentando di colpirla con un vaso dopo averla spinta violentemente contro il muro; solo l’intervento di uno zio aveva impedito conseguenze ancora più gravi per la donna, che si è anche recata in ospedale ed è stata refertata con alcuni giorni di prognosi. Gli agenti l’hanno così invitata a formalizzare la denuncia in commissariato.

La donna, separata dal marito, secondo quanto riporta Il Mattino, già in passato era stata picchiata dal figlio 16enne davanti agli altri figli e a uno zio, ma non l’aveva mai denunciato; questa volta però ha deciso di raccontare tutto ai poliziotti, e neanche due giorni dopo la denuncia, il giovane è stato prelevato dagli agenti e condotto al centro per minori di Napoli.