Camerota piange Nancy, uccisa da un malore a 21 anni

Camerota piange Nancy, uccisa da un malore a 21 anni

Lamentava forti dolori al petto ed era stata accompagnata in ospedale, dopo alcuni controlli è stata dimessa


SALERNO – La tragedia è avvenuta mercoledì sera nella sua abitazione di Licusati, frazione di Camerota. Nancy Chirchiello, di appena 21 anni, è deceduta improvvisamente a causa di un arresto cardiaco.

La ragazza si trovava in casa con i familiari che hanno provato ad aiutarla e a praticarle un massaggio cardiaco, i medici del 118 giunti sul posto hanno provato a rianimarla ma non c’è stato nulla da fare. Quando gli infermieri e il medico sono giunti nell’ abitazione a bordo di due ambulanze, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Un dramma che per i genitori poteva essere evitato, solo pochi giorni prima era stata accompagnata in ospedale, a Vallo della Lucania, lamentando forti dolori al petto e rigurgito, ma dopo alcuni controlli è stata dimessa. La famiglia chiede chiarezza, hanno presentato formale querela attraverso il proprio legale di fiducia, motivo per il quale la procura di Vallo ha aperto un fascicolo d’indagine. La salma è stata trasferita nella camera mortuaria dell’ospedale San Luca, in attesa dell’autopsia.

A Nancy sono state dedicate tante parole toccanti, come quelle della sua insegnante di danza: “Piccola mia, spero tu possa proteggerci da lassù, da ora in avanti ballerai con gli angeli. La tua maestra ti porterà nel cuore”.