Coronavirus a Villaricca: 13 nuovi casi, il totale dei positivi sale a 59

Coronavirus a Villaricca: 13 nuovi casi, il totale dei positivi sale a 59

“Come amministrazione comunale cerchiamo di fare il possibile, anche assumendo decisioni di prevenzione e non di emergenza”, ha detto il Sindaco, Rosaria Punzo


VILLARICCA – Salgono a 59 gli attuali postivi al Coronavirus a Villaricca. Ad annunciarlo è lo stesso Sindaco del comune a nord di Napoli, Rosaria Punzo. Questo il post su Facebook in cui il primo cittadino spiega dettagliatamente la situazione:

“Ancora tredici positivi. E siamo a cinquantanove. Venticinque i guariti e trentaquattro in isolamento domiciliare. Nessuno risulta al momento ospedalizzato. Il mio pensiero va innanzitutto ai contagiati e alle loro famiglie per esprimere la mia vicinanza sperando che si possa parlare presto dei guariti.

La Campania sta vivendo un momento drammatico e la pandemia, in costante diffusione su tutto il territorio regionale, rischia di raggiungere vette che richiedono, necessariamente, decisioni drastiche e immediate. Attendiamo su questo versante l’intervento del Governo e della Regione che hanno già annunciato nuove regole restrittive.
Come amministrazione comunale cerchiamo di fare il possibile, anche assumendo decisioni di prevenzione e non di emergenza. Com’è accaduto con la sanificazione del Municipio. Lo potevamo fare e lo abbiamo fatto. Ma i numeri dei contagi sono chiari e dimostrano la necessità di decisioni urgenti e forti per arginare la crescita quotidiana e continua dei contagi.

Approfitto ancora della vostra attenzione per inviare due messaggi. Il primo alla città. Non puntiamo l’indice contro le forze dell’ordine individuando nei controlli il deterrente alla crescita dei positivi. Il problema è molto più ampio e le forze dell’ordine, Polizia, carabinieri e polizia locale, fanno già il possibile, tra i mille impegni quotidiani legati anche alla sicurezza dei cittadini e al contrasto alla criminalità organizzata. Nessuno può pensare che si possa prevedere un agente per ogni cittadino; in questa fase molto è demandato alla responsabilità personale. Limitiamo i contatti sociali all’indispensabile, indossiamo la mascherina e disinfettiamo spesso le mani durante la giornata. In attesa che vi siano decisioni da parte del Governo e della Regione, facciamo ricorso al nostro senso del dovere e alla nostra responsabilità nel rispetto di noi stessi, dei nostri familiari e della nostra comunità.

Inoltre, lancio l’ennesimo invito alla politica. Almeno su questa pandemia, in un momento drammatico e di grande difficoltà e paura per tutta la cittadinanza, evitiamo strumentalizzazioni; mettete da parte rancori, invidie, personalismi e dimostriamoci, almeno per una volta, uniti di fronte a questo fenomeno. Lo dobbiamo innanzitutto alla nostra città.

I cittadini possono stare tranquilli; sono in stretto e continuo contatto con le autorità sanitarie del territorio e non ci faremo trovare impreparati, com’è stato fino ad oggi, di fronte ad alcun imprevisto. Con senso del dovere e grande attenzione andiamo senza lasciare nulla al caso, assumendo sempre ogni decisione nei tempi giusti e seguendo le disposizioni di legge”.