Giugliano, domani in piazza gli esercenti: “Ingiusto darci la colpa dell’aumento dei contagi”

Giugliano, domani in piazza gli esercenti: “Ingiusto darci la colpa dell’aumento dei contagi”

La protesta avverrà, come specificato dagli organizzatori, nel totale rispetto delle norme di sicurezza attualmente vigenti


GIUGLIANO – L’iniziativa è stata promossa dal gruppo di esercenti giuglianesi che, stanchi delle continue decisioni a discapito della loro attività lavorativa da parte della Regione e del governo a partire da marzo, hanno deciso di scendere in piazza Matteotti per protestare pacificamente, e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza attualmente vigenti. L’appuntamento è domani, 30 ottobre, in piazza Matteotti alle ore 18.

“Noi non possiamo essere ritenuti responsabili dell’aumento dei contagi – hanno esordito gli organizzatori tramite il manifesto pubblicato sui social – Lo scorso 9 marzo ci avete chiuso. Il 18 maggio c’è stata la riapertura. Ci avete imposto adeguamenti e il rispetto dei tanti e vaghi protocolli, fino ad arrivare all’ulteriore chiusura del 25 ottobre”.

“Per il terrore dell’aumento dei contagi avete ritenuto opportuno chiuderci di nuovo, ma ci chiediamo e vi chiediamo, da maggio ad ottobre, 5 mesi in cui ci avete chiesto ed ottenuto tutto da parte nostra, voi cosa avete fatto? Noi possiamo e vogliamo, nel bene comune, continuare a lavorare nel rispetto dei protocolli, in tutta sicurezza degli ospiti e di tutte le figure lavorative del comparto”.