Investono cinghiali e finiscono fuori strada: morti 2 calciatori di 39 e 32 anni

Investono cinghiali e finiscono fuori strada: morti 2 calciatori di 39 e 32 anni

Una terza persona è rimasta ferita e non sarebbe in pericolo di vita


NOVARA –  Tragedia A26 sconvolge il mondo del calcio: morti Matteo Ravetto e Simonluca Agazzone. Matteo Ravetto era Originario di Valle Mosso. Aveva giocato nella Biellese, nella Cossatese e nella Chiavazzese.

Tragedia A26 sconvolge il mondo del calcio

Sono due calciatori le vittime dell’incidente avvenuto questa notte sulla A26, in cui una macchina ha travolto due cinghiali provocando la morte sul colpo di due passeggeri. Si tratta di Simonluca Agazzone (nella foto), 39 anni, di Bogogno, e Matteo Ravetto, 32, di Gattinara ma originario del Biellese. Il conducente della vettura è ricoverato in gravi condizioni. Non è in pericolo di vita.

Addio campione

Matteo Ravetto era originario di Valle Mosso, dove aveva per un periodo gestito il bar Giardino, che era di proprietà della nonna: “Era molto conosciuto a Valle Mosso – racconta l’ex sindaco, Cristina Sasso – aveva rimodernato il locale del bar, tre anni fa, e poi lo aveva dato in gestione”.  Nella sua lunga carriera da calciatore aveva giocato nella Biellese e nella Cossatese. Dal 2006 al 2008  per la Biellese, dove aveva iniziato la carriera nelle giovanili,  mentre dal 2017 al 2020 per la Cossatese e poi alla Chiavazzese fino allo scorso anno. Ora era al Carpignano calcio, squadra di prima categoria.

Agazzone giocava nel campionato amatori Csi, nella formazione del Fontaneto.

FONTE: REPUBBLICA.IT