Napoli, da martedì cambia tutto: tampone solo con prescrizione del medico curante

Napoli, da martedì cambia tutto: tampone solo con prescrizione del medico curante

In questo modo calerà il numero dei positivi asintomatici


«Tutelare la salute dei cittadini è la nostra priorità, per riuscirci dobbiamo fare in modo che i tamponi vengano fatti solo a chi ne ha realmente bisogno e quindi con una prescrizione del medico curante, nel rispetto di quanto definito con la Circolare del Ministero della Salute n°32850 del 12 ottobre 2020 nel merito di isolamento, quarantena, casi positivi (asintomatici, sintomatici, a lungo termine) e contatti stretti asintomatici». Ciro Verdoliva, direttore generale dell’ASL Napoli 1 Centro, annuncia la rimodulazione delle attività di controllo in linea con l’attuale scenario pandemico nella città di Napoli.

Da martedì 20 ottobre la postazione del Frullone sarà dedicata esclusivamente a realizzare i tamponi dei cittadini residenti (o domiciliati) nella città di Napoli che saranno stati segnalati dal proprio Medico di Medicina Generale o Pediatria di Libera Scelta su piattaforma informatica attiva già dal 28 marzo 2020.

Sempre da martedì un messaggio SMS raggiungerà l’assistito (o i genitori in caso di minori) con l’indicazione del giorno e della finestra oraria nella quale dovrà recarsi per sottoporsi al tampone (in caso di sospetto asintomatico) oppure una USCA (Unità Speciale Continuità Assistenziale) si recherà presso il luogo di residenza; un successivo messaggio (questo servizio è già attivo da oggi per chi si sta già sottoponendo a tampone) entro le 12/24 ore dal tampone sarà inviato per comunicarne l’esito con le relative indicazioni inerenti il risultato (negativo o positivo).

Ogni Medico di Medicina Generale e Pediatra di Libera Scelta è collegato alla piattaforma informatica e può consultare in tempo reale il procedimento che lui stesso ha attivato.