Napoli – Nocera, affetta da Coronavirus partorisce 3 gemelli: uno muore, 18 indagati

Napoli – Nocera, affetta da Coronavirus partorisce 3 gemelli: uno muore, 18 indagati

Nel mirino medici ed infermieri. L’ipotesi del sostituto procuratore Angelo Rubano, titolare del fascicolo, è di omicidio colposo


NAPOLI/NOCERA INFERIORE – La Procura di Nocera Inferiore ha iscritto nel registro degli indagati 18, tra medici e infermieri, per la morte di uno dei tre neonati partoriti da una donna di Nocera Inferiore, di 37 anni, affetta da Covid-19, nei giorni scorsi. La lista comprende tutto il personale medico che ha avuto a che fare con la donna, nelle fasi precedenti e seguenti al parto.

L’ipotesi del sostituto procuratore Angelo Rubano, titolare del fascicolo, è di omicidio colposo. Sarà però solo l’esame autoptico, previsto per lunedì, a fornire le cause esatte della morte. Dopo il lavoro dei consulenti, infatti, serviranno dai 60 ai 90 giorni per il deposito dei risultati completi. L’autopsia dovrà chiarire le cause della morte del piccolo, ma anche la circostanza se fosse vivo o meno una volta uscito dal pancione della mamma.

La donna era risultata positiva al Coronavirus e lo scorso mercoledì, si era recata in ospedale, all’Umberto I di Nocera Inferiore, per un possibile parto da anticipare rispetto ai tempi previsti. C’era andata in ambulanza, da Nocera Superiore, in direzione del pronto soccorso. Secondo i protocolli, che si applicano a persone infette, la paziente doveva però essere velocemente trasferita a Napoli, sempre in ambulanza con il 118. Con lei c’erano due medici. Tuttavia, poco prima di entrare nel Policlinico a Napoli, il 118 avrebbe riferito al personale in ambulanza che non vi erano posti. La donna sarebbe comunque entrata lo stesso, all’interno, su decisione del personale, per poi essere visitata e dimessa, perché impossibile da collocare. Il medico che era con la paziente aveva insistito invece per il ricovero, rivolgendosi un minuto dopo alle forze dell’ordine per metterli al corrente della situazione. La donna era così rientrata velocemente a Nocera Inferiore, poi sistemata in sala parto per la nascita di tre gemellini. Al termine del parto, tuttavia, uno dei tre è deceduto. Un secondo è in condizioni critiche, a differenza del terzo, che invece risulta in buone condizioni, ma trasferito in un altro ospedale.

La cartella clinica della paziente è stata sequestrata dalla Procura, che ha delegato i carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore per le indagini. L’autopsia dovrà chiarire anche le presunte responsabilità dei medici indagati, per verificare la corretta gestione della paziente in quelle fasi cruciali e drammatiche precedenti al parto, oltre al rispetto dei protocolli sanitari.

FONTE: ILMATTINO.IT