Napoli, ragazza incinta a colloquio in carcere con droga e cellulare

Napoli, ragazza incinta a colloquio in carcere con droga e cellulare

La 21enne è stata scoperta dagli agenti della polizia penitenziaria


SECONDIGLIANO – Ragazza incinta a colloquio nel carcere di Secondigliano con droga e cellulare. La 21enne è stata fermata e perquisita dalla polizia penitenziaria ed hanno scoperto che aveva con sé 2,5 grammi di hashish e un telefono con due schede sim e caricabatterie. Droga e cellulare erano nascosti tra i vestiti, con tutta probabilità stava per consegnare tutto al detenuto che avrebbe dovuto incontrare, approfittando del momento dei colloqui. A dare notizia dell’episodio è il sindacato di polizia Osapp, che aggiunge: ieri, nello stesso reparto, sono stati trovati altri due cellulari.

Per il segretario Osapp Campania Vincenzo Palmieri e per il vicesegretario Luigi Castaldo “il ritrovamento di questi telefonini e di droga, purtroppo, è all’ordine del giorno. Anche ieri nello stesso reparto dell’istituto penitenziario di Secondigliano sono stati rinvenuti altri due telefonini con relativi caricabatterie. Questo grazie esclusivamente alle elevate capacità professionali del personale di Polizia penitenziaria che non distoglie l’attenzione dall’increscioso fenomeno che vede le donne come corriere dei loro congiunti ristretti per gli affari criminosi”.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK