Positivi-boom ma Milano si dimentica del virus: per il derby ultras in massa fuori da San Siro

Positivi-boom ma Milano si dimentica del virus: per il derby ultras in massa fuori da San Siro

E sul web impazza la polemica: “Insulto al buonsenso, follia accalcarsi nel giorno peggiore dei contagi”


MILANO – L’episodio che ha suscitato lo sgomento e le polemiche del web e non solo è accaduto ieri: in vista del derby Inter-Milan, disputatosi ieri sera, molti tifosi di entrambe le parti, che tanto sentono da sempre la rivalità, hanno ben deciso di dimenticare la situazione in cui il mondo, l’Italia, ma soprattutto la Lombardia si trova da mesi, e si sono radunati fuori dallo stadio San Siro in massa.

Urla, salti, canti, balli e insulti reciproci: è stato questo lo scempio a cui i passanti sono stati costretti ad assistere ieri a partire dal tardo pomeriggio. Le immagini della ressa hanno subito fatto il giro del web, suscitando l’indignazione generale: “Un insulto al buonsenso”. Questo è stato il messaggio più gettonato da riservare a chi si è reso protagonista di una tale mancanza di rispetto.

E la cosa peggiore è soprattutto il fatto che questo scempio sia avvenuto proprio in uno dei giorni peggiori dal punto di vista dei nuovi positivi per la capitale lombarda: 1388 casi a Milano ieri, 2664 in tutta la Lombardia. Cifre spaventosamente alte, più che paragonabili a quelli di marzo, mese incubo per tutto il Paese.

Non ci resta, dunque, che sperare che questo incauto episodio abbia meno ripercussioni possibili sul bollettino dei prossimi giorni, ma non possiamo fare a meno che notare il cattivo esempio di quella che è conosciuta nel mondo come la città “locomotiva d’Italia”.