Rivoluzione ad Arzano: commercianti in lockdown scendono in strada a protestare

Rivoluzione ad Arzano: commercianti in lockdown scendono in strada a protestare

Il provvedimento drastico è stato preso dalla commissione prefettizia per l’altissimo numero di contagi


ARZANO – Rivoluzione ad Arzano: commercianti in lockdown scendono in strada a protestare. Ieri la decisione del commissario prefettizio di Arzano: chiusura di tutti gli esercizi commerciali (escluse alcune categorie di prodotti ed alimentari), le scuole e gli uffici comunali. Questo provvedimento drastico è stato preso per l’altissimo numero di contagi, 200, registrato nel comune a nord di Napoli. Questa mattina i commercianti, preoccupati per i danni economici ulteriori che dovranno subire a causa di questa decisione, si sono radunati a decine presso la rotonda di Arzano per protestare. La loro intenzione è quella di chiudere gli imbocchi, impedendo il passaggio delle auto.

Durante la diretta, una commerciante ha precisato: “A noi sta anche bene questa decisione ma, se si deve chiudere, si devono chiudere tutti i negozi, non alcuni sì ed altri no. Questa decisione, per fermare il contagio, poteva essere presa già ad 80 positivi, non era necessario arrivare a 200”.