Tensione in 2 centri accoglienza del napoletano: migranti violano quarantena

Tensione in 2 centri accoglienza del napoletano: migranti violano quarantena

Necessario l’intervento delle forze dell’ordine per ripristinare la calma


TERZIGNO/ARZANO – Tensione in 2 centri accoglienza del napoletano: migranti violano quarantena.

In questi giorni in cui si è visto crescere il numero dei positivi e il dilagare della paura tra tantissimi cittadini, non sono mancati momenti delicati nella gestione della situazione legata proprio all’emergenza Coronavirus. Si ad Arzano sia a Terzigno, infatti, alcuni migranti posti in centro accoglienza dei due comuni, hanno violato la quarantena fiduciaria per sfilare in un corteo di protesta.

Proprio nella giornata di ieri, circa 20 immigranti hanno lasciato il centro di accoglienza di via Zabatta arrivando fino a Boscotrecase. Alcuni di loro, risultati positivi al Covid, hanno rifiutato di sottoporsi alla quarantena e per tale motivo si sono riversati in strada per protestare. Subito, il titolare della struttura ha allertato le forze dell’ordine che hanno ripristinato la calma in città. Pare che tra di loro ci fossero 3 positivi.

Nella mattinata odierna, invece, un altro gruppo di immigranti ospiti dell’Hotel Olga di via Benedetto Croce ha deciso di non rispettare la quarantena per protestare circa la loro situazione. Infatti, i circa 40 protestanti hanno richiesto che sia fatta chiarezza circa le loro condizioni di salute. Stesso loro, infatti, hanno chiesto di essere sottoposti al tampone in modo tale da riscontrare eventuali positività. Sul posto sarebbero giunti  gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore. Si attendono eventuali aggiornamenti.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK