Tragedia sul campo da gioco: baby calciatore muore a soli 9 anni

Tragedia sul campo da gioco: baby calciatore muore a soli 9 anni

Il bimbo stava svolgendo una seduta di allenamento assieme ad altri cinque compagni e ai suoi allenatori


RIMINI – Tragedia a Verucchio, in provincia di Rimini, nel tardo pomeriggio di martedì. Un bambino di 9 anni è morto in seguito a un malore mentre si allenava a calcetto in un parco. Il bimbo stava svolgendo una seduta di allenamento assieme ad altri cinque compagni e ai suoi allenatori. Stava facendo un esercizio che prevedeva lo slalom tra i coni posizionati in rettilineo, tra i basilari previsti nelle scuole calcio quando improvvisamente si è accasciato al suolo. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 dopo il primo soccorso prestato dagli allenatori. Il medico di turno si è però dovuto arrendere dopo aver tentato più volte di rianimare il piccolo con un massaggio cardiaco. I Carabinieri hanno invece appurato il rigoroso rispetto delle regole contenute nel Dpcm. Le sedute si tenevano senza prevedere partitelle e allenamenti che prevedessero il contatto tra i baby calciatori. E come riferito dai militari anche il primo soccorso prestato al bimbo è stato effettuato nella maniera più corretta e adeguata possibile.
Il cordoglio della sindaca

La sindaca del piccolo paese dell’entroterra romagnolo ha comunicato che nel giorno dei funerali del bimbo morto, figlio di noti commercianti della zona, sarà disposto il lutto cittadino. «Non ci sono parole per consolare i genitori, il nostro abbraccio va a loro e alla società sportiva. Abbiamo perso un pezzo di cuore, riposa in pace piccolo angelo».

FONTE: ILRESTODELCARLINO.IT