Afragola, scarcerato ras del clan Moccia: era accusato di estorsione alla ditta dei rifiuti

Afragola, scarcerato ras del clan Moccia: era accusato di estorsione alla ditta dei rifiuti

All’ennesimo rifiuto da parte del legale responsabile della società, l’ uomo avrebbe incendiato i camion con i quali la società svolgeva il proprio lavoro


NAPOLI – Pasquale Carrese, noto come Linuccio o russ’, è stato scarcerato secondo quanto disposto dalla Corte di Appello di Napoli. L’uomo, pregiudicato, era ristretto in carcere per estorsione aggravata dal metodo e dall’agevolazione mafiosa in concorso con virtuosi Antonio Noto come o’ gemell,Cimini Domenico detto Mimmuc o prevet e con Puzio Giuseppe soprannominato Pepp o boia.

Secondo le accuse, Carrese avrebbe preso parte ad una serie di estorsioni ai danni di una società neo-appaltatrice del servizio di raccolta dei rifiuti nel comune di Afragola. All’ennesimo rifiuto da parte del legale responsabile della società, l’ uomo avrebbe incendiato i camion con i quali la ditta svolgeva il proprio lavoro.

La vicenda è stata confermata anche dal pentito Puzio Michele che ha ammesso le proprie responsabilità dichiarandosi mandante delle estorsioni, nonostante ciò la Corte di Appello ha accolto la difesa e ha disposto gli arresti domiciliari per Carrese.