Beccato in aperta campagna con richiami acustici illegali: nei guai un cacciatore

Beccato in aperta campagna con richiami acustici illegali: nei guai un cacciatore

Sequestrato un fucile automatico e 10 cartucce


VAIRANO PATENORA – Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Vairano Patenora (CE), nel corso di un’attività di contrasto del bracconaggio, sorprendevano in comune di Rocca D’Evandro (Ce), alla località “Mortola”, il sig. A.D.L. da Galluccio (CE), che esercitava la caccia con l’ausilio di un richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico in funzione, vietato dalla normativa sulla caccia, riproducente il verso dell’Allodola.

Dispositivo di riproduzione e diffusione del suono che il soggetto controllato portava appeso a tracolla. Essendo l’utilizzo dei richiami acustici a funzionamento elettromagnetico vietato dalla normativa italiana, poiché estremamente efficace nell’attirare gli esemplari da abbattere, tanto da avvantaggiare eccessivamente l’azione di caccia, i predetti militari procedevano al sequestro preventivo, nei confronti del predetto sig. A.D.L., dei seguenti mezzi di caccia:
– nr. 1 fucile da caccia semiautomatico calibro 12;
– nr. 10 cartucce cariche calibro 12;
– nr. 1 richiamo a funzionamento elettromagnetico e diffusore acustico.

Il trasgressore è stato deferito all’A.G., in stato di libertà, per le violazioni penali previste dalla legge nr. 157/1992 dettante le norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio.

COMUNICATO STAMPA