Campania, sbarco di 16 immigranti in serata: cittadini in strada per aiutarli

Campania, sbarco di 16 immigranti in serata: cittadini in strada per aiutarli

La proprietaria di una nota salumeria del borgo, ha aperto il negozio per dare gratuitamente mangiare ai 16 giovani profughi


NAPOLETANO – Campania, sbarco di 16 immigranti in serata: cittadini in strada per aiutarli.

Un gruppo di 16 migranti, tra cui due donne, sono sbarcate in serata a Marina del Cantone, uno dei borghi di Massa Lubrense, in penisola Sorrentina, dopo un lungo viaggio in due barconi provenienti dall’Iraq e l’Iran.

Le 16 persone, tutte di giovane età, sono stati posti a tutti i controlli necessari, inclusi quelli sanitari fondamentali nella pandemia in corso. Infatti, rilevata la temperatura corporea a tutti i giovani di cui nessuno ha evidenziato sintomi febbrili riconducibili ad un possibile caso di Coronavirus.

Tantissimi gli abitanti del borgo, che nonostante la difficile situazione, hanno mostrato ospitalità e gentilezza ai 16 migranti. Qualcuno ha portato cornetti e merendine nella piazzetta di Nerano, dove erano stati posti, mentre la titolare della salumeria del borgo ha aperto il negozio per offrire al gruppo qualcosa da mangiare. Quest’ultima, Rosa Esposito, ha parlato ai microfoni di Fanpage.it, ai quali ha raccontato: “Ero a casa, ho saputo che questi ragazzi erano arrivati non si sa bene come, nella baia di Ieranto. Noi siamo nella parte di sopra, sono arrivate le forze dell’ordine, abbiamo visto questi ragazzi seduti sul muretto. Il cibo e l’acqua? Ma a me pare normale, ma chi nega l’acqua e il cibo? Sono esseri umani e io sono un essere umano”.

Intanto, i militari della Capitaneria di porto hanno ispezionato Punta Campanella e dintorni per verificare l’eventuale presenza di ulteriori imbarcazioni. In seguito, i profughi sono stati condotti nel campetto della Chiesa di Nerano per essere identificati.

Durante la serata, ha raggiunto il campetto anche il sindaco di Massa Lubrese, Lorenzo Balducelli, per attivare le procedure burocratiche per una sistemazione temporanea dei 16. Nonostante i primi controlli sanitari, tutti i giovani saranno sottoposti al tampone come da prassi.

Tutto è stato documentato da immagini e video pubblicati su Facebook dall’utente Biagio Cioffi. Di seguito il video postato:

https://www.facebook.com/IlMeridianoNews/videos/204071921091407/

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK