Cisl Fp denuncia: “La Regione nasconde i dati sui contagi tra gli operatori della sanità”

Cisl Fp denuncia: “La Regione nasconde i dati sui contagi tra gli operatori della sanità”

Il Sindacato sta ricevendo numerose segnalazioni da parte dei lavoratori che stanno risultando positivi al Covid 19 e che rischiano di trasformare i nostri ospedali in veri e propri focolai


CAMPANIA – “La Cisl Fp di Napoli sta ricevendo numerose segnalazioni da parte dei lavoratori che stanno risultando positivi al Covid 19 e che rischiano di trasformare i nostri ospedali in veri e propri focolai”. È la denuncia di Luigi D’Emilio segretario Cisl Funzione Pubblica di Napoli e dell’Area Metropolitana.

La drammaticità dei numeri dei ricoveri sta costringendo le aziende sanitarie a trasformare i reparti di degenza ordinaria in reparti Covid e con percorsi approssimativi e in alcuni casi in assenza dei necessari protocolli di sicurezza che separano nettamente i percorsi puliti e sporchi. Situazioni che si stanno verificando soprattutto negli ospedali della provincia.

“Il personale sanitario viene trasferito in questi reparti senza la dovuta formazione, in violazione di quanto previsto dal Dlgs aprile 2008 numero 81 – continua D’Emilio – Per queste ragioni abbiamo chiesto ufficialmente i dati numerici dei contagi e l’attivazione di un tavolo di confronto con il comitato regionale per la sicurezza dei luoghi di lavoro che a tutt’oggi non sono stati forniti”.

“È obiettivo primario di questa organizzazione tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori e dei pazienti ma non trova riscontro nelle scelte degli indirizzi operativi della Regione – conclude il segretario della Cisl Fp Napoli – In assenza di interventi visibili di messa in sicurezza dei nostri operatori, la Cisl Fp Napoli produrrà un esposto-denuncia per individuare e perseguire eventuali omissioni e responsabilità ospedaliere e regionali alle autorità competenti”.

COMUNICATO STAMPA