Coronavirus, lutto sul litorale domitio: addio a Don Franco, ricoverato da 4 settimane

Coronavirus, lutto sul litorale domitio: addio a Don Franco, ricoverato da 4 settimane

Negli ultimi giorni le sue condizioni fisiche si erano aggravate al punto che è stato necessario intubarlo


MONDRAGONE – Lutto a Mondragone per la morte di don Franco Alfieri, stroncato dal Coronavirus. Il rettore della Basilica Maria SS dell’Incaldana è deceduto oggi pomeriggio in ospedale, dove era ricoverato da quattro settimane dopo che gli era stata riscontrata la positività al coronavirus. Il sacerdote è rimasto sempre ricoverato, ma negli ultimi giorni le sue condizioni fisiche si erano aggravate al punto che è stato necessario intubarlo. Oggi, purtroppo, il suo cuore ha smesso di battere.

Originario di Nocelleto di Carinola, ha vissuto quasi la sua intera vita pastorale a Mondragone ed era anche il vicario della Diocesi di Sessa Aurunca guidata dal vescovo Francesco Orazio Piazza, che lo ha ricordato così: “La sua preziosa testimonianza presbiterale e pastorale ha segnato generosamente il cammino di questa nostra Chiesa locale. Cristo Risorto dia ricompensa e riposo eterno a questo nostro fratello. Ci stringiamo alla famiglia e alla Comunità parrocchiale”.

“E’ un dolore forte per tutta la comunità” ha commentato a Casertanews il sindaco di Mondragone Virgilio Pacifico. “Era un punto di riferimento per i fedeli per la sua lunga esperienza in città. Ancor di più per chi, come me, ha militato nell’Azione cattolica. Don Franco è stato attivo sempre, la sua missione era quella del buon pastore per cercare di riportare quanto più pecorelle smarrite in chiesa”.

Il sindaco ricorda anche l’ultima esperienza personale insieme a don Franco: “Un viaggio ad Assisi che per me ha rappresentato un momento davvero importante”.

FONTE: CASERTANEWS.IT