Coronavirus nel napoletano, sindaco vieta di uscire ma manda il torrone a casa

Coronavirus nel napoletano, sindaco vieta di uscire ma manda il torrone a casa

Il “regalo” è stato accompagnato da un bigliettino scritto proprio dal primo cittadino


NAPOLETANO – Coronavirus nel napoletano, sindaco vieta di uscire ma manda il torrone a casa

L’episodio ha avuto luogo a Lettere, nel napoletano. Il sindaco, Sebastiano Giordano, risultato positivo al Coronavirus, ha deciso di sorprendere tutti i suoi concittadini contagiati dopo l’ordinanza che prevedeva la chiusura del cimitero nei giorni 1 e 2 novembre e il divieto di girare per i sentieri del paese.

Il primo cittadino così, per “addolcire” la loro quarantena, ha fatto recapitare presso le loro abitazioni un piccolo vassoio contenente all’interno il torrone. Lo scambio del torrone nella festività della commemorazione dei defunti è, infatti, un’usanza molto sentita nei comuni dell’hinterland di Castellammare di Stabia.

Il pacchetto è stato accompagnato con un bigliettino firmato dal sindaco: “Che la festività di Ognissanti ci aiuti a superare questa emergenza sanitaria. Un saluto affettuoso, Nino Giordano”.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK