Covid, a Calvizzano numeri in crescita: 24 positivi in 2 giorni

Covid, a Calvizzano numeri in crescita: 24 positivi in 2 giorni

Il totale dei contagiati sale a 243


CALVIZZANNO – Sono 23 i cittadini di Calvizzano che sono risultati positivi al Coronavirus tra le giornate di mertedì 17 novembre e mercoledì 18. Il totale dei contagiati all’interno del territorio amministrato dal Sindaco Giacomo Pirozzi, sale a 243. Al momento non si segnalano nuovi guariti e fortunatamente non si segnalano neanche nuovi decessi.
Ad annunciarlo, lo stesso primo cittadino con un post sulla sua pagina Facebook, il quale ha annunciato anche una nuova rete solidale per aiutare i più bisognosi:
In questi giorni l’amministrazione comunale si è subito attivata per costruire una rete solidale con l’obiettivo di sostenere le famiglie che si trovano in condizioni di disagio economico a causa del Covid-19. Nelle settimane scorse siamo già partiti con il ripristino del banco alimentare ma l’emergenza ci spinge a fare di più.
Sul nostro conto corrente comunale, per incrementare le risorse da destinare ai nuclei familiari, raccoglieremo tutte le donazione spontanee per aiutare i più bisognosi. Daremo in primis noi amministratori locali l’esempio destinando parte dei nostri compensi alla rete solidale.
È possibile donare:
– Tramite bonifico attraverso le seguenti coordinate bancarie:
Intestato al Comune di Calvizzano
IBAN: IT47 Z 07601 03400 000025788803
Scrivere alla voce “causale”: “Emergenza Covid-19”.
OPPURE
– Consegnare a mano la donazione presso la Tesoreria Comunale: Servizio di Tesoreria, Largo Caracciolo, 1 Calvizzano.
Inoltre, grazie agli incentivi fiscali previsti dal D.L Cura Italia, oggi chi dona beneficia anche di una serie di incentivi fiscali:
(Persone Fisiche) detrazione IRPEF pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro;
per i soggetti titolari di reddito d’impresa saranno deducibili dal reddito d’impresa e ai fini IRAP.
Oggi donare non solo è un grandissimo gesto di solidarietà e bontà nei confronti del prossimo ma è anche vantaggioso.
In questo momento è importante e necessario dimostrare la nostra vicinanza, come istituzioni ma ancor prima come cittadini, alle persone colpite perché non si sentano sole e abbiano quanto necessario per affrontare la crisi che li sta investendo.