Covid, De Luca: “Rischiamo di chiudere a Natale e Capodanno”

Covid, De Luca: “Rischiamo di chiudere a Natale e Capodanno”

Il Governatore: “Avrei preferito il blocco di un mese per tutto”


CAMPANIA – “La Campania rischia di chiudere a Natale e Capodanno e diventare zona rossa fra sette giorni”, queste le parole del Governatore Vincenzo De Luca che fanno tremare tutta la popolazione campana. Con il numero elevato dei contagi (oggi 4.508, il più alto di sempre), l’ipotesi di diventare zona rossa è molto più che una semplice probabilità.

De Luca: “Oggi non siamo zona rossa, ma se continua così rischiamo di stare aperti ora per chiudere nei giorni di Natale e Capodanno. Rischiamo di chiudere fra un mese, così come rischiamo di entrare in zona rossa fra una settimana”. L’Istituto superiore di Sanità ieri aveva paventato la possibilità di riclassificare a breve la regione in uno scenario di maggior criticità.

Nella sua consueta diretta Facebook del venerdì pomeriggio, il governatore ha attaccato il piano del governo Conte: “Avrei preferito il blocco di un mese per tutto”.

Il motivo è presto spiegato: “Io credo che rischiamo di avere addirittura un paradosso. Oggi chi è stato collocato in zona protetta, com’era prevedibile si sente bersagliato più sul piano politico che sul piano del contagio. Ma si rischia questo paradosso: chi oggi entra in zona rossa, cioè blocca per 15 giorni, poi forse per un mese le attività, probabilmente si troverà nella condizione di aprire poi le attività economiche da qui a un mese, chi non è stato inserito in zona rossa corre il rischio di dover chiudere tutto nel periodo di Natale e di Capodanno”. Per cui dobbiamo essere ancora più attenti ancora più attenti, altrimenti rischiamo di chiudere fra un mese, così come rischiamo di entrare in zona rossa fra una settimana. Se immaginiamo di avere i comportamenti allegri disinvolti e non responsabile la settimana non ci vuole niente”.