Covid nel Salernitano, in ospedale pazienti positivi e negativi percorrono lo stesso corridoio

Covid nel Salernitano, in ospedale pazienti positivi e negativi percorrono lo stesso corridoio

I fatti erano stati denunciati già ad Aprile ma i percorsi continuano ad essere misti


EBOLI – Alla base delle norme per evitare il diffondersi del contagio da Covid-19 c’è la differenziazione dei percorsi tra i pazienti positivi e negativi all’interno degli ospedali, purtroppo non sempre avviene. Dalle immagini diffuse da Fanpage.it emerge una pericolosa commistione tra pazienti nell’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Eboli, in provincia di Salerno.

Le immagini mostrano un unico corridoio percorso da barrelle con pazienti positivi al Coronavirus, accompagnati da infermieri con tute di contenimento, mascherine e occhialini, ma nello stesso momento la corsia è attraversata anche da altri infermieri, privi di tutti i dispositivi di protezione e muniti solo di mascherina, che trasportano carrelli con il cibo destinato ai pazienti.

Il caos è quindi evidente e la situazione diviene ingestibile, non c’è differenza tra i percorsi destinati ai malati di Covid e non,  ma proprio questa confusione, soprattutto all’interno degli ospedali che dovrebbero garantire la sicurezza, rischia di peggiorare la diffusione del virus. Nel video si sentono bene gli autori dire: “La barella (con il paziente positivo) e il cibo nello stesso posto non si può fare”.

A denunciare i fatti è Rolando Scotillo, sindacalista della FISA, il quale ricorda che la mancata separazione dei percorsi fu oggetto di un esposto denuncia alla Procura della Repubblica di Salerno ed ai NAS dei Carabinieri già nel mese di Aprile. “Da quando abbiamo denunciato la mancata separazione dei percorsi non è cambiato nulla”, spiega Scotillo, “anzi i percorsi continuano ad essere misti”.