Covid, virologo Pregliasco: “Rischio di contagio maggiore rispetto a marzo, attenzione ai familiari”

Covid, virologo Pregliasco: “Rischio di contagio maggiore rispetto a marzo, attenzione ai familiari”

“La famiglia è un elemento moltiplicatore perché si abbassano le difese a fronte della presenza di soggetti asintomatici”


Foto Cosima Scavolini/Lapresse04-11-2009 RomaSpettacoloTrasmissione Porta a PortaNella foto il virologo Fabrizio PregliascoPhoto Cosima Scavolini/Lapresse04-11-2009 RomeEntertainmentTv program Porta a PortaIn the photo virus scientist Fabrizio Pregliasco

ITALIA – All’Agorà, trasmissione in onda su Rai 3, si è espresso in merito all’attuale situazione di propagazione del contagio da Covid il virologo e direttore scientifico dell’Istituto Galeazzi di Milano Fabrizio Pregliasco. “La diffusione del Coronavirus oggi è molto ampia e peggiore della prima volta – ha esordito l’esperto – e il problema è la pervasività di questo perfido virus che, grazie alla sua benevolenza nella grande maggioranza dei casi, penetra in famiglia e nei contesti lavorativi”.

“In questo momento – ha proseguito – c’è una diffusione, non dico omogenea, ma molto ampia e peggiore della prima volta. Lo vedo nella percezione del contesto in cui vivo e lavoro, di familiari e gli amici: in questo momento la probabilità di rischio c’è e l’oggettività di contrarre l’infezione è generalizzata”.

“Il Covid – ha concluso – è facilissimo acquisirlo, magari sul lavoro o in un contesto comunitario, ma poi arriva a casa e la famiglia è un elemento moltiplicatore perché si abbassano le difese a fronte della presenza di soggetti asintomatici”.