Doppio lutto nel napoletano: due sorelle morte di Covid a distanza di poche ore

Doppio lutto nel napoletano: due sorelle morte di Covid a distanza di poche ore

La denuncia del Sindaco: “C’è una falla evidente nel sistema, i nostri concittadini deceduti e alcuni ancora ricoverati hanno atteso tutti ore in ambulanza prima di poter accedere ai reparti”


SANT’ANTONIO ABATE/LETTERE – Doppio lutto in provincia di Napoli dove due sorelle, Carmela e Maria, sono decedute nello stesso giorno a causa del coronavirus.  La più giovane delle due, come riporta Il Mattino, si chiamava Carmela ed aveva 80 anni, abitava a Lettere. Anche il Sindaco, Nino Giordano, l’ha ricordata: «Il nemico invisibile l’ha aggredita e costretta al ricovero», ha detto. La donna è deceduta lunedì sera a Castellammare,  ricoverata in terapia intensiva all’ospedale San Leonardo. E’ la quinta vittima registrata in città.

Qualche ora prima, era deceduta anche la sorella Maria, 83 anni, sempre a causa del Covid. La donna era ricoverata all’ospedale di Boscotrecase e viveva a Sant’Antonio Abate. In città è l’ottava vittima registrata. «Il Coronavirus è arrivato d’improvviso, togliendoci le certezze che pensavamo potessimo mantenere per sempre – ha detto il sindaco Ilaria Abagnale – Perfino il poter salutare i nostri cari è venuto meno».

Dal comune di Sant’Antonio Abate arriva anche la denuncia da parte del Sindaco Nino Giordano:

«C’è una falla evidente nel sistema – dice il primo cittadino – i nostri concittadini deceduti e alcuni ancora ricoverati hanno atteso tutti ore in ambulanza prima di poter accedere ai reparti. Sento parlare di piste sciistiche, di Natale e di posti liberi. È evidente che qualcosa nell’organizzazione sia saltato al controllo, il Governo abbia il coraggio di dire che la salute in questo momento è il bene primario».