Emergenza Covid a Villaricca, Chiesa e Comune insieme per i più bisognosi

Emergenza Covid a Villaricca, Chiesa e Comune insieme per i più bisognosi

Il Sindaco: “Ringrazio i parroci del territorio per la disponibilità e per la capacità di rappresentare un costante e sicuro punto di riferimento per l’amministrazione e per l’intera comunità”


VILLARICCA – E’ partito il progetto “Spesa Amica” insieme allo sportello di supporto psicologico e distribuzione di prodotti sanitari per i bambini. Nella giornata odierna, il Sindaco Rosaria Punzo ha incontrato i parroci del territorio ed insieme hanno lavorato affinchè nessuno resti senza viveri in questo difficile periodo. Saranno raccolti beni di prima necessità, soprattutto alimentari, che saranno distribuiti a quelle famiglie che vivono un particolare momento di difficoltà.

L’ANNUNCIO DEL SINDACO

Stiamo lavorando affinché nessuno resti indietro in questo momento di forte difficoltà per tutti. Cerchiamo di fare il massimo possibile. Questa mattina ho incontrato i rappresentanti delle 5 parrocchie di Villaricca: padre Francesco Cerqua, padre Giuseppe Tufo, padre Gaetano Bianco, padre Alessio Mallardo, padre Antonio Bellini e padre Edwin, per condividere alcune misure necessarie durante la fase di lockdown.
In sostanza, in giunta approveremo la “Spesa amica”, in collaborazione con le parrocchie operanti sul territorio. Saranno raccolti beni di prima necessità, soprattutto alimentari, che saranno distribuiti a quelle famiglie che vivono un particolare momento di difficoltà. Un elenco unico stilato dai parroci e dalle Politiche sociali che punta ad aiutare quei nuclei familiari che risentono più degli altri della crisi economica causata dalla pandemia in corso.
Nella delibera è previsto anche la distribuzione di prodotti sanitari per bambini.
Inoltre, l’assessorato alle Politiche sociali, guidato da Loredana Granata, ha proposto un’altra delibera, che approveremo sempre durante la prossima giunta, per istituire uno sportello di supporto psicologico e pedagogico a disposizione dei giovani, degli adulti e degli operatori sanitari. Sarà impegnata una rete di professionisti pronti a rispondere alle richieste dell’utenza. Sul sito del Comune saranno pubblicati i numeri di telefono per richiedere supporto e assistenza.
Ovviamente non ci limiteremo a questo. Si tratta delle prime iniziative in grado di rispondere in modo concreto alle necessità più impellenti. Poi siamo al lavoro per mettere in campo altri provvedimenti sempre di supporto e di assistenza a chi è in difficoltà.
Ringrazio i parroci del territorio per la disponibilità e per la capacità di rappresentare un costante e sicuro punto di riferimento per l’amministrazione e per l’intera comunità. Ed un ringraziamento anche al settore Politiche sociali del Comune che sta facendo da anni un lavoro encomiabile e straordinario sul nostro territorio.