Giugliano, il Covid non ferma gli abusi edilizi: locale convertito in abitazione sequestrato dalla Polizia Municipale

Giugliano, il Covid non ferma gli abusi edilizi: locale convertito in abitazione sequestrato dalla Polizia Municipale

In un periodo impegnativo per i controlli anti contagio, la comandante Petrillo chiede collaborazione ai cittadini


GIUGLIANO – Il Covid non ferma gli abusi edilizi, Polizia Municipale in azione a Giugliano dove in via Frezza gli agenti della comandante Petrillo sono intervenuti per sequestrare un locale adibito a deposito la cui destinazione d’uso era stata illecitamente cambiata in civile abitazione e la cui volumetria era stata aumentata senza autorizzazione. I caschi bianchi hanno interrotto i lavori e deferito il proprietario del locale all’autorità giudiziaria.

Quella degli abusi edilizi è una problematica complessa e da tempo radicata nel tessuto cittadino, su un territorio vasto che – vista anche l’esiguità delle risorse a disposizione in termini di uomini e mezzi – ne rende ancor più arduo il contrasto.

Il tutto, in un periodo in cui tra DPCM e ordinanze comunali e regionali l’attenzione del corpo di Polizia Municipale è rivolta soprattutto alle misure anti Covid, come sottolineato dallo stesso Colonnello Maria Rosaria Petrillo che ha voluto elogiare il lavoro svolto dai suoi uomini, in campo con turni straordinari sia per il rispetto delle regole sanitarie che per svolgere gli altri compiti ordinari. La stessa dottoressa Petrillo chiede alla cittadinanza di sostenere il lavoro attraverso la denuncia degli abusi, in modo da poter rendere più efficace la presenza della Polizia Municipale sul territorio.