Giugliano, terribile l’aggiornamento Covid: 11 morti negli ultimi 4 giorni

Giugliano, terribile l’aggiornamento Covid: 11 morti negli ultimi 4 giorni

E’ il record negativo di vittime da inizio pandemia. Sono 322 i nuovi positivi, all’interno tutti i numeri del bollettino


GIUGLIANO – E’ arrivato l’ultimo aggiornamento sui numeri dell’emergenza covid a Giugliano. Il sindaco, Nicola Pirozzi ha rivelato i nuovi contagi aggiornati alla giornata di oggi. Terribile è il dato delle vittime che cresce di 11 unità rispetto all’aggiornamento del 24 novembre scorso. Ci sono state, quindi, Undici vittime nelle precedenti 96 ore.

Più confortante il dato che riguarda i contagi: 322 sono i nuovi positivi ma ci sono più dei 319 guariti rivelati. Questo perchè – come ha chiarito il sindaco – nel dato dei guariti manca l’aggiornamento di oggi, 28 novembre. Un dato che farà scendere la quota degli attuali positivi ancora di più. L’indice di contagio a Giugliano, quindi, anche se lentamente, continua a scendere. Come rivelato anche ieri alla nostra redazione dal dott. Franco Carlea, referente sanità del Centro operativo comunale.

QUESTO E’ IL POST DEL SINDACO PIROZZI

“I dati forniti dall’ASL riguardo la pandemia di Covid-19 ci raccontano che purtroppo negli ultimi quattro giorni la nostra città ha registrato undici decessi. Un bilancio grave, di cui avverto forte il peso. Ed è per questo che non mi stancherò mai di invitare tutti alla massima attenzione, al rispetto delle regole, alla cura per il bene comune.

Davanti a questi lutti, per i quali esprimo cordoglio e vicinanza alle famiglie che ne sono state colpite, le altre notizie passano in secondo piano. Bisogna però sottolineare quanto le vigenti ordinanze stiano contribuendo a limitare la curva del contagio, con il numero dei guariti in crescita: il dato non è aggiornato, mancano tutti quelli di oggi ma in tre giorni sono pressoché pari ai nuovi contagi registrati in quattro giorni.

Un segnale di speranza, a cui dobbiamo dare seguito continuando a rispettare le regole e il diritto alla salute nostro, dei nostri cari, della nostra città.
Forza, Giugliano”.