Il dramma di Maria, uccisa dal marito: le aveva chiesto una passeggiata poi i colpi di pistola

Il dramma di Maria, uccisa dal marito: le aveva chiesto una passeggiata poi i colpi di pistola

Un litigio nella serata di ieri, forse per motivi di gelosia sarebbe l’origine di tutto


CASERTA – Michele Marotta, 34 anni, ha sparato un colpo al cuore alla moglie, Maria Tedesco, 30enne originaria di Maddaloni ma residente nella frazione di Botteghino. L’uomo ha portato la donna nella zona collinare e poi l’ha uccisa.

Un litigio nella serata di ieri, forse per motivi di gelosia sarebbe l’origine di tutto. Questa mattina Michele avrebbe chiesto alla moglie di fare una passeggiata. L’ha così portata in una stradina sterrata, in una zona isolata. Dopo aver fatto scendere la moglie in una zona di campagna, il 34enne avrebbe estratto l’arma da fuoco esplodendo 4 colpi, per poi rimettersi in auto, una Fiat Bravo, e fare ritorno a casa propria in località Botteghino a Cancello Scalo.

L’uomo poi, resosi conto di quello che aveva fatto ha allertato i carabinieri che si sono diretti presso l’abitazione del 34enne che ha raccontato di aver ucciso la propria moglie e di averla lasciata riversa al suolo in una pozza di sangue. La dinamica del delitto è comunque ancora al vaglio delle forze dell’ordine.

I carabinieri hanno rinvenuto la pistola usata per compiere l’omicidio. Gli inquirenti hanno disposto il trasferimento della salma presso l’istituto di medicina legale di Caserta per l’esame autoptico e sequestrato la vettura di Marotta che è ora in stato di arresto con l’accusa di omicidio e  detenzione abusiva d’arma da fuoco.