Ipotesi Dpcm per Natale: riapertura per 14 giorni, poi stop alla mobilità tra comuni

Ipotesi Dpcm per Natale: riapertura per 14 giorni, poi stop alla mobilità tra comuni

Si discute anche in merito alla possibile reintroduzione di un orario per il coprifuoco


ITALIA – Diverse sono le ipotesi che si stanno formulando in merito al Dpcm per Natale: probabile che la prospettiva di una riapertura per consentire lo shopping natalizio sia possibile, così come la possibilità di recarsi in bar e ristoranti. Tuttavia, per evitare che la curva dei contagi possa radicalmente aumentare, si considerano anche alcune limitazioni, tra cui quella in merito alla mobilità tra comuni.

L’ipotesi è quella di consentire una riapertura su tutto il territorio nazionale di 10 o massimo 14 giorni, in modo da consentire una leggere ripresa dei consumi e delle attività commerciali a ridosso delle festività natalizie. Poi, si pensa ad una nuova chiusura. Pertanto, il Governo acconsentirebbe a un ritorno per tutte le Regioni alla zona gialla dal 3 dicembre al 19 dicembre; poi, verrebbero introdotte nuove restrizioni per tutte le feste natalizie, almeno fino al 10 gennaio in base all’andamento dell’epidemia in ciascuna regione, adoperando la classica classificazione nelle tre fasce di rischio, così da escludere che la situazione degeneri nel periodo che comprende Natale, Capodanno ed Epifania.

Si valuta anche la possibile introduzione di un coprifuoco ad un orario prefissato e di non consentire mobilità tra comuni nemmeno con la zona gialla.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK