Le regole per Natale 2020, Conte: “Baci, abbracci, festeggiamenti non sono pensabili”

Le regole per Natale 2020, Conte: “Baci, abbracci, festeggiamenti non sono pensabili”

Conte ha puntualizzato: “Al di là delle valutazioni scientifiche qui occorre buon senso: immaginate una settimana di socialità scatenata come è quella che di solito ci accompagna durante le festività natalizie”


ITALIA – “Un Natale più sobrio”. Questo è quello a cui, indipendentemente da come andrà la pandemia, gli italiani devono prepararsi. Lo ha spiegato il Premier Giuseppe Conte nel suo intervento all’assemblea dell’Anci.

“Se la domanda è cosa facciamo a Natale dobbiamo già predisporci a passare delle festività in modo più sobrio rispetto agli anni scorsi – ha detto il Primo Ministro -. Ci auguriamo comunque che l’economia possa svilupparsi, che si possa comunque fare degli acquisti e scambiare anche doni ma certo baci, abbracci, festeggiamenti, festoni, festini non sono pensabili, indipendentemente dalla curva epidemiologica”.

Conte in questo contesto puntualizza come “al di là delle valutazioni scientifiche qui occorre buon senso: immaginate una settimana di socialità scatenata come è quella che di solito ci accompagna durante le festività natalizie. Significherebbe pagare a gennaio un innalzamento brusco della curva in termini di decessi, nuovo stress sulle terapie intensive e  sull’area medica. Non ce lo possiamo consentire, sarebbe folle”.

Per conoscere ancora le regole in vista di quel periodo è ancora presto. “È chiaro che c’è molta attenzione verso le festività natalizie che sono le festività forse più sentite da noi italiani e non solo -ha puntualizzato-. In questo momento nessuno e neppure gli scienziati si avventurano a dire quale sarà la situazione per quanto riguarda l’andamento della curva epidemiologica a Natale. Dobbiamo arrivare in prossimità e capire un attimo come dosare bene i nostri interventi”. In base alle previsioni “ci stiamo preparando a vari scenari ma non possiamo in questo momento prevedere quale sarà esattamente la situazione epidemiologica in prossimità delle festività natalizie”.